Atletico Cassano: superato l’ostacolo Ruvo. Satalino: «una vittoria di orgoglio. La tripletta? È sempre bello segnare»

By
Updated: marzo 13, 2017
atletico cassano - manfredonia esultanza satalino 3-2

Bisognava tornare alla vittoria e l’Atletico Cassano ha centrato l’obiettivo, ma il Futsal Ruvo, avversario dei biancoazzurri nella 23ª giornata del campionato di Serie B, si è rivelato, come nella gara d’andata, avversario ostico.

Primo tempo pressoché impeccabile degli uomini di Vitulli e Pellecchia che, però, hanno rischiato di rovinare tutto nella ripresa. A poco più di due minuti dal termine ci ha pensato Satalino, autore di una tripletta, a mettere in cassaforte il risultato e regalare i tre punti all’Atletico Cassano.

Senza lo squalificato Sciannamblo, mister Vitulli recupera l’infortunato Alemão Glaeser che va a comporre lo starting five biancoazzurro insieme a Dibenedetto, Satalino, Barbosa e Yanes.

Partenza lampo dei cassanesi che con Barbosa vanno vicini al gol su calcio di punizione ad appena 36 secondi dal fischio d’inizio. Il brasiliano ci prova ancora poco più tardi ma è sempre impreciso. Nel mezzo, inventa per Yanes che in due occasioni è fermato da Stasi che deve anche neutralizzare un tentativo di Satalino.

Dall’altra parte Mazzone non è preciso mentre Mendes chiama all’intervento Dibenedetto.

All’8’ si accende il match: Vera serve in area Yanes che invece di calciare a botta sicura opta per un numero davanti a Stasi che riesce a deviare il pallone. Sugli sviluppi del calcio d’angolo Barbosa calcia alto. L’Atletico Cassano resta però in attacco, la palla va a Satalino che è più concreto dello spagnolo e sblocca la gara.

Il vantaggio dura poco: appena due minuti dopo Campanale si guadagna un corner con un diagonale dalla destra, sugli sviluppi Mazzone non sbaglia e porta i suoi in parità. Ancora Mazzone, poco dopo, calcia al lato.

L’Atletico Cassano reagisce con Vera che è chiuso in angolo in due occasioni. Dibenedetto nega il gol a Campanale e si arriva al quarto d’ora quando Mazzone stende Lorusso poco fuori dall’area di rigore, in posizione centrale: Vera mette in area per Kiko, defilato sulla sinistra. Lo spagnolo vede il varco e segna il gol del 2-1.

Un minuto dopo un ottimo schema da calcio d’angolo battuto da Lorusso, consente a Kiko di mettere la firma sulla propria doppietta personale. Atletico Cassano scatenato: un altro giro di lancette e Alemão Glaeser sigla la rete del 4-1, lanciato da Lorusso a tu per tu con Stasi.

Gli ospiti vanno in gol con Mendes al 18’, ma è subito Lemonache, con un pregevole “scavetto” davanti a Stasi, a ristabilire le distanze.

In avvio di ripresa Satalino chiama subito all’intervento il portiere, mentre Barbosa recupera palla a centrocampo, salta anche Stasi, ma è troppo defilato e il suo tiro termina in rimessa laterale.

Il Futsal Ruvo prova ad invertire l’inerzia della gara con Forini e Zorio che vanno vicini al gol. Obiettivo che centra Mendes che, al 7’, con un tiro sporco da fuori area: una deviazione inganna Dibenedetto. Sulle ali dell’entusiasmo gli ospiti vanno sul 5-4 al 9’, con Ciliberti, servito sul secondo palo da un perfetto assist di Campanale dalla destra. Mazzone e ancora Forini chiamano agli straordinari Dibenedetto.

L’Atletico Cassano non riesce a trovare varchi e rischia di vanificare quanto fatto nella prima frazione di gioco, e così è ancora Satalino a prendersi sulle spalle la squadra e con un missile da fuori area, al 17’, e dopo aver vinto un contrasto con Stasi, al 19’, mette i sigilli sul 7-4 finale.

Zorio entra per Stasi, nel ruolo di quinto uomo di movimento e il Ruvo prova a portare a casa almeno un punto, ma non c’è più nulla da fare e mister Vitulli concede qualche secondo anche a Giustino, terzo under biancoazzurro ad esordire con i “grandi” nella nuova gestione.

Tre preziosissimi punti per l’Atletico Cassano che continua l’inseguimento al Futsal Barletta, vittorioso sul difficile campo dell’Olympique Ostuni. Al rientro dalla sosta (sabato prossimo il campionato sarà fermo per lasciar spazio alla Final Eight di Coppa Italia che vedrà impegnati i barlettani), sarà proprio il Futsal Barletta ad ospitare i biancoazzurri, per lo scontro diretto valido per la quarta posizione in campionato.

Verdetti del campionato: dopo la retrocessione matematica dello Shaolin Soccer, avvenuta già sabato scorso, l’Isernia C5 chiude definitivamente il discorso per quanto riguarda la promozione diretta in Serie A2.

 

LA VOCE DEI PROTAGONISTI

 

Proprio come nella partita d’andata, è una tripletta di Satalino a regalare i 3 punti all’Atletico Cassano in una partita altalenante e ricca di emozioni: «è stata sicuramente una partita dai due volti – afferma il centrale biancoazzurro – in cui si sono affrontate due squadre che avevano necessità di vincere. Nel primo tempo abbiamo dominato sotto tutti i punti di vista, poi nel secondo tempo c’è stato un netto calo mentale che ci stava pregiudicando quanto di buono fatto nella prima frazione di gioco. Nel finale orgoglio e concretezza ci hanno portato alla vittoria».

Con i tre gol al Ruvo, Satalino va in doppia cifra, raggiungendo quota 10 in campionato: «oggi un’altra tripletta – commenta – sono molto contento. Segnare è sempre bello, specialmente per chi di solito è più portato a difendere». I suoi gol sono la ciliegina sulla torta di prestazioni sempre piene di attenzione e sostanza, ma Satalino non ci pensa: «non è mio compito giudicare le mie prestazioni. Quello che voglio sottolineare, invece, è l’impegno, il lavoro e specialmente l’umilità che ti portano a fare sempre bene. Come nella vita, così nello sport, bisogna essere “uomini” e tutto questo ripaga sempre. Cerco di dare il massimo quando il mister mi chiama in causa e quindi ricambiare la fiducia».

A 35 anni da poco compiuti, Satalino è carico e determinato come un ragazzino: «sto vivendo una seconda giovinezza calcistica, mi sento vivo!».

E questo spirito sarà fondamentale nelle ultime tre partite: dopo la sosta per la Final Eight di Coppa Italia, si torna in campo per lo sprint finale che vedrà i biancoazzurri impegnati nelle difficili trasferte di Barletta e Ostuni e nello scontro casalingo contro l’Isernia già promosso in A2. «La sosta che ci dà la possibilità di ricaricare le pile. Alla ripresa andremo a Barletta per vincere e poi a fine campionato vedremo cosa succede. Se non arriviamo quarti cercheremo di essere una delle migliori quinte per il ottenere il pass per i play off». Per Satalino, infine, quella dei biancoazzurri «è stata sinora una stagione di alti e bassi, credo che si poteva fare meglio. Ma con i se e con i ma non si va da nessuna parte. La promessa che mi sento di fare – conclude il numero 3 biancoazzurro – è che continueremo a dare il massimo per raggiungere il nostro obiettivo».

 

ATLETICO CASSANO – FUTSAL RUVO 7-4 (p.t. 5-2)

 

ATLETICO CASSANO: 1. Dibenedetto; 3. Satalino; 4. P. Volarig; 5. Giustino; 7. Barbosa; 8. Vera (Cap.); 9. Lemonache; 10. Kiko; 12. Yanes; 21. Lorusso; 22. Leopardo; 27. Alemão Glaeser. Allenatore: Gabriele Vitulli

FUTSAL RUVO: 1. De Leo; 4. Zorio; 5. Mendes; 6. Campanale (Cap.); 7. Forini; 8. Ciliberti; 9. Biscogli; 10. Mazzone; 11. Altamura; 19. Guastamacchia; 20. Stasi. Allenatore: Rocco Tedone

ARBITRI: Lorenzo Di Guilmi di Vasto, Stefania Candria di Teramo e Saverio Carone di Bari (cronometrista)

MARCATORI: 7’53’’ pt Satalino (AC) – 9’20’’ pt Mazzone (FR) – 14’51’’ pt Kiko (AC) – 15’37’’ pt Kiko (AC) – 16’32’’ pt Alemão Glaeser (AC) – 18’09’’ pt Mendes (FR) – 18’46’’ pt Lemonache (AC) – 6’10’’ st Mendes (FR) – 9’10’’ st Ciliberti (FR) – 17’24’’ st Satalino (AC) – 19’09’’ st Satalino (AC)

AMMONITI: 13’30’’ pt Satalino (AC, per gioco scorretto) – 14’48’’ pt Mazzone (FR, per gioco scorretto) – 12’18’’ st Alemão Glaeser (AC, per gioco scorretto) – 16’06’’ st Lemonache (AC, per proteste) – 20’00’’ st Altamura (FR, per proteste)

 

Vito Surico